interni



La base di partenza era un superattico costruito negli anni ’60 costruito abusivamente e successivamente condonato, con una struttura indipendente in ferro, con problemi di infiltrazioni d’acqua, di dispersione termica e surriscaldamento. L’intervento è consistito nella completa demolizione del manufatto e del suo rifacimento, pareti e copertura, con coibentazione a cappotto. Il risultato è stato inanzitutto la bonifica di una vecchia struttura abusiva con una nuova che garantisce un elevato comfort ambientale, e l’ottenimento di una vasta zona giorno molto luminosa e aperta verso la terrazza. Caratteristica infatti è la luminosità data da finestre larghe 4,5 metri a tutta altezza, e da due tagli di luce nella muratura di tamponamento realizzati con solo vetro a vista, dove l’infisso è nascosto nel cartongesso. Sempre con il cartongesso sono stati creati all’interno tagli di luce sul soffitto, tagli verticali sulle pareti, e vani ad incasso per la diffusione multimediale. Uno studio particolare è stato fatto sull’illuminazione delle scale e dell’ambiente di distribuzione, ribassato e completamente foderato (anche sul soffitto) da carta da parati.

2006 2007 Roma. Appartamento in via Prato della Signora. Progettazione preliminare esecutiva e direzione lavori. Realizzato Committente: Privato.

testo
home