paesaggio




2009 Parma. Concorso di progettazione: “Stanze all’aperto” Riqualificazione di Piazzale Pablo. Committente: Comune di Parma. Con arch. Valeria Caramagno, arch. Christian Rocchi, arch. Francesca Cortese.

testo
home

L’idea è di conferire all’area una forte identità, definendo al suo interno diversi ambiti funzionali. L’assoluta accessibilità e percorribilità permette agli abitanti di scoprire i piccoli episodi del giardino e di trovare un ambiente piacevole in cui passeggiare, sostare, intrattenersi, a seconda dei desideri e delle fasce d’età degli utenti. La chiesa, fulcro dell’area, assume dignità e ruolo chiave per l’intero spazio. Si è ricorso ad un disegno del parterre che determina uno spazio articolato in diversi ambiti funzionali collegati da percorsi gerarchizzati. Il riferimento è al disegno formale del giardino all’italiana. Il disegno organico del giardino rappresenta la frattura di un terreno sotto l’effetto di linee di forza e individua percorsi che si aprono all’interno del terreno, come in un labirinto. Tali “fratture” individuano assi di penetrazione che si aprono su vuoti vivacizzati da diverse attrattive. L’architettura del progetto punta su più elementi sovrapposti: pavimentazione, vegetazione, sedute, acqua, elementi di arredo, piccole architetture. Il piano del terreno ampiamente rivegetato mantiene la quota esistente, il piano pavimentato scende di 60cm progressivamente dall’esterno verso l’interno dell’area. La sensazione è di “entrare” nel giardino, attraverso un forte rapporto sensoriale con la vegetazione e con il terreno. I fruitori degli spazi sono coinvolti e stimolati da un punto di vista sensoriale grazie alla varietà ecologica di un sistema che integra una vivace vegetazione di sottobosco alle alberature esistenti. L’obiettivo è di costituire una sequenza di spazi varii e ricchi di vitalità nelle diverse ore del giorno e nelle differenti condizioni stagionali.